Articoli

Alimentazione Equilibrata

Gli antiossidanti per gli occhi

Al di là delle carote molti altri alimenti sono implicati nel benessere dei nostri occhi.
L’alimentazione su alcune malattie, come la cataratta e la degenerazione maculare legata all’età (DMLE), può svolgere un ruolo preventivo.

Un regime ricco di antiossidanti permette di:
  • Prevenire il rischio di malattie oculari ereditarie e/o per le quali si ha una familiarità.
  • Rallentare la progressione delle malattie oculari già esistenti.
  • Preservare la vista e il benessere dell’occhio.
  • Apportare un corretto apporto di vitamine e sali minerali.
Numerosi studi hanno dimostrato gli effetti positivi di un’alimentazione equilibrata e ricca di antiossidanti soprattutto in persone colpite da DMLE e da cataratta, che hanno antecedenti familiari per queste malattie, di età superiore ai 40 anni, colpite da diabete di tipo 2 e/o
ipertensione arteriosa.
 
 


Alimentazione equilibrata e ricca di antiossidanti

  • Frutta e verdura (fibre, vitamine, antiossidanti).
  • Limitare il consumo di grassi (burro, olio, salumi, affettati e formaggi).
  • Introdurre una giusta razione proteica.
  • Limitare il consumo di zuccheri semplici e favorire i complessi.
  • Fare 3 pasti giornalieri.
  • Bere sufficientemente.
  • Attività fisica regolare.
 

Quali alimenti mangiare per la salute dei nostri occhi?

Alimenti ricchi in:

  • LUTEINA e ZEAXANTINA
    Coloranti naturali, presenti nelle verdure a foglia verde, con proprietà antiossidanti. Secondo numerosi studi questi pigmenti prevengono e rallentano la progressione di alcune malattie oculari, come la cataratta e la DMLE, neutralizzando i radicali liberi che possono danneggiare la retina.
    Inoltre filtrano la luce blu dei raggi UV che aggredisce i fotorecettori dell’occhio.
    Principali fonti: Cavoli verdi, spinaci, zucca e zucchine, broccoli, piselli, mais, uova.

  • VITAMINA A e BETACAROTENE
    La vitamina A è essenziale per il buon funzionamento della retina, perché trasforma la rodopsina e
    la fotopsina che giocano un ruolo chiave nella trasformazione dell’impulso nervoso a segnale
    visivo. Inoltre la vitamina A è implicata nell’adattamento dell’occhio all’oscurità. Il betacarotene è
    un carotenoide precursore della vitamina A. Molti studi hanno dimostrato gli effetti protettivi di
    entrambi nella DMLE. Le principali fonti sono frutta e verdura di colore giallo-arancio.
    Principali fonti: Patate, carote, spinaci, cavoli, zucca, frattaglie.

  • VITAMINA C e E
    Molto note sono le proprietà antiossidanti della vitamina C. Inoltre questa vitamina è essenziale per il buon funzionamento delle cellule della retina. Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che la vitamina C diminuisce il rischio di sviluppare cataratta e permette di rallentare la progressione della DMLE.
    La vitamina E è un potente antiossidante. Svolge un ruolo nella protezione delle cellule dell’occhio contro i radicali liberi e rallenta il naturale processo di ossidazione dell’organismo. Inoltre la vitamina E facilita l’assorbimento della vitamina A.
    Principali fonti di vitamina C:  Peperoni, pesche, arance e agrumi, broccoli, papaya, kiwi, cavoli, ananas, mango, cavolini di Bruxelles.

    Principali fonti di vitamina E:  Olio di germe di grano, mandorle, semi e oli vegetali in genere, nocciole, cereali, arachidi, sardine, avocado, sugo di pomodoro.


  • VITAMINA D
    Recenti studi hanno dimostrato che le persone che presentano un deficit di vitamina D hanno un
    aumentato rischio di 2,6 volte di sviluppare DMLE.
    Principali fonti: Olio di fegato di merluzzo, aringhe, salmone, tonno, latte, formaggi a pasta dura e cotta, uova, burro.

  • ZINCO
    Grazie a questo sale minerale la vitamina A viene trasportata dal fegato alla retina. Qui viene
    prodotta la melanina necessaria a proteggere l’occhio. Inoltre lo zinco è molto presente
    nell’occhio soprattutto nella retina e nella coroide, il tessuto vascolare sotto retinico.
    Principali fonti: Ostriche, manzo, vitello, selvaggina, pollo, aragosta, frutti di mare in generale, germe di grano, sesamo.

  • OMEGA 3 E 6
    Si trovano entrambi in buona concentrazione nel tessuto retinico infatti bassi valori di omega 3 e 6
    sono associati a molte malattie oculari come nella DMLE e la sindrome dell’occhio secco.
    Principali fonti: Salmone, tonno, aringhe, sardine, trota.
 

Esistono alimenti che fanno male ai nostri occhi?

Non ci sono degli alimenti che fanno male ai nostri occhi ma un eccessivo consumo di alcuni può andare a discapito del consumo di frutta e verdura che invece sono ricchi di antiossidanti che sono fondamentali per la salute dei nostri occhi. Ad esempio un consumo troppo importante di acidi grassi saturi, di alimenti trasformati, raffinati e zuccherati.
Altri alimenti sconsigliati sono i piatti già pronti, lo zucchero ed i dolciumi, salumi ed insaccati, i cibi da fast-food, le fritture e gli alimenti impanati, alcool e il tabacco.
 
 

Consigli pratici per la vita di tutti i giorni

  • 5 porzioni al giorno di frutta e verdura.
  • Variare la composizione degli alimenti.
  • Scegliere frutta e verdura di stagione.
  • Seguire in modo serio e continuativo.
  • Attività fisica regolare e continuativa.
  • Consumare pesce 2-3 volte a settimana.
  • Utilizzare l’olio a freddo.
  • Pensare a uno spuntino a base di frutta.
 
Dottoressa Chareun Silvia
Farmacista Omeopata
Specializzata in Dietetica,
Nutriceutica e Nutriterapia
Diététicienne Nutritionniste
Académie Aix-Marseille
349 75 27 280
 

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

Compila il modulo per entrare in contatto con noi. Ti richiameremo al più presto
Se desideri prenotare un appuntamento, contattaci al numero 011 194 764 11